Di Ugo Cisaria

Premessa di Mario Krejis

Rendo omaggio alla memoria di Ugo Danilo Cisaria con la pubblicazione di un suo scritto sull’Alchimia Spirituale, che egli mi dedicò anni orsono, ma che ancora oggi conserva la sua validità, come tutti gli insegnamenti che si proiettano in una dimensione di Verità e non potranno mai essere falciati dalla scure del tempo e della modernità.

Ogni serio cultore di Ermetismo, leggendo le parole ispirate di Ugo Cisaria, si sentirà a “Casa propria” e proverà un’inestimabile leggerezza del cuore, propria di chi avverte il profumo della Tradizione avendo sviluppato il senso interiore che, per sua virtù inrinseca, “dona la vista ai ciechi” e fa rivivere, nella realtà polidimensionale dell’anima, antiche leggende e insegnamenti eterni impressi, col “Sigillo di Ermete”, nell’Anima Storica dei migliori.

Il linguaggio di Ugo Cisaria potrà apparire complesso, retorico e in alcuni tratti di difficile comprensione. Si tratta del metodo Ermetico: essere chiari, ma fino a un certo punto, stuzzicando, provocando e stimolando, con le scosse elettriche della curiosità e dell’emozione, l’infante Ermete del discepolo, perché si scuota dal torpore di quella vita e si ringalluzzisca ed ecciti, come tutti i galli del “pollaio ermetico”.

Pertanto consiglio, a chi si sentisse attratto, di rileggere i periodi meno chiari e poi di lasciarli sedimentare nel proprio inconscio fin quando, con un lampo improvviso di chiarezza intellettuale, le tessere del mosaico non si ricomporanno e potrà intuire il senso delle parole scritte. Vorrà dire che finalmente sarà andato oltre la forma penetrando, come un maschio caprone, nell’essenza stessa dell’Ermetismo.

Lascio subito la parola a Ugo Cisaria, augurandovi buona lettura. Spero in un franco e sincero dialogo. Per motivi pratici ho suddiviso l’articolo in due parti, in modo da non scoraggiare i più “timidi” e tiepidi tra i lettori.

PRIMA PARTE

La manifestazione espressiva dello stato d’essere dell’Uomo, in una convivenza sociale, normalmente si raffigura mediante il LINGUAGGIO parlato che segue una dinamica di apparenza e consistenza materiale perché prodotto ed elaborato nel corpo umano, sia per la sua formulazione che per la percezione sensoriale, che nel suo processo coinvolge Materia e Spirito.

In assolato tale distinzione è inesatta perché UNICA è la Materia animata da una Forza, che è la VITA della materia stessa, diretta dalla INTELLIGENZA della Natura.

Il linguaggio articolato procedente dall’interno, nella sua normale elaborazione, ha inizio con un impulso intellettivo intenzionale e cosciente stimolato e agente nella MENTE il quale, attraverso una corrente di forza vibrante, imprime nel CERVELLO la Forza Pensiero creando una FORMA, corrispondente alla immagine di una sensazione percepita ed evocata dalla Memoria, che viene tradotta in parola.

La MENTE UMANA è un organo iperenergetico, percepibile con l’Occhio dell’Anima detto Sesto Senso o Terzo occhio, formato da una sfera o globo di Luce di varia intensità in proporzione al suo sviluppo e qualità energetica e di dinamismo nel MOTO senza tempo e spazio, sfera estraibile e separabile dal corpo umano mediante la VOLONTÀ INTELLIGENTE.

In essa fa funzione il principio pensante, cosciente e volitivo dell’ENTE o Spirito che nel suo sviluppo evolutivo Ermetico può assumere gradate forme di intensità: intellettiva elementare, Geniale ispirativa e creativa, Intelligente, MERCURIALE o IBI nella sua estrema sottigliezza o Cillenia e di NUME o Stato Solare Intelligente Perfetto ed Eterno.

La MENTE, nel suo meccanismo produttivo e proiettivo, elaboratrice dell’impulso intellettivo, genera e manifesta Idee e Pensieri attraverso le funzioni del Cervello che stimola e traduce in PAROLA, fluidificazione della Volontà Intelligente, lo stato di sentire psichico interiore.

L’INTELLETTO umano è stato della Mente percettivo e ragionante di Luce “lunare” riflessa relativa al suo grado di “eterificazione spirituale”, che nella sua progressiva evoluzione geniale, si tramuta in Intelligenza relativa la quale man mano che lambisce la Essenza d’essere dello stato di Luce e poi si immedesima con lo stato perfetto della INTELLIGENZA o NUME, SOLE della SCIENZA ERMETICA ARCANA, intende e manifesta, per gradi potenziali, la SAPIENZA della VERITÀ della LEGGE INTELLIGENTE nella Realtà dell’Esistente.

L’Uomo che conquista la Sintesi di questo Stato luminoso della Mente, si cinge della Corona Imperatoria Pontificale di MAESTRO PERFETTO e Jerofante Ammonio realizzatosi e pervenuto a mezzo dell’Unica Scienza, la SCIENZA ERMETICA della Tradizione che in Eterno perpetua l’ARTE ARCANA nella pratica con l’unico mezzo possibile: il PROCESSO ALCHIMICO della TRASMUTAZIONE METALLICA ovvero dell’Uomo.

Ottenuto l’ORO Alchimico nell’ATANOR umano per Sublimazione della materia e conquistato l’equilibrio edenico beatificante, il MAESTRO, Salvatore mistico delle Anime, ha la potestà dell’insegnamento sapienziale e la trasmissione e trasferimento delle Virtù di stati di Luce e di correnti sublimate di Verità a Menti preparate a riceverle e degne di un progresso Spirituale, mediante stati della Intelligenza o attraverso un meccanismo ipercerebrale di proiezione di IDEE Ermetiche.

Pertanto ogni linguaggio umano è nella impossibilità assoluta ed insufficiente a rendere Stati di Spirito delle percezioni luminescenti e sintetiche del MONDO DELLE CAUSE PRIME governato dalla LEGGE ASSOLUTA INTELLIGENTE Ermetica nella sua manifestazione di Luce e di VERITÀ ETERNA.

Per la inarrivabilità concezionale di questo STATO PRIMO dell’Essere che permette all’Uomo di intelligere TUTTO CIÓ CHE È, o REALTÀ DELL’ESISTENTE, prenderne coscienza e conoscenza e viverlo in sé, l’unica manifestazione possibile per intelligerne il senso e dare alla mente comune ed impreparata una parvenza sia pure inesatta nella sua espressione di linguaggio umano, formale ed ideale, atta a dissolvere e sfatare l’incanto e la illusione, è lo STATO DI ETERNITÀ della NATURA.

È STATO ASSOLUTO DELL’ESISTENTE, penetrarvi con la sottile essenza eterificata, trasmutata e sublimata della Intelligenza di AMORE o NUME SOLARE PERFETTO, è conquista di STATO ETERNO nell’Uomo, per l’Uomo e dell’Uomo Iniziato, nello STATO DI ETERNITÀ UNIVERSALE.

Questo STATO L’ESSERE ETERNO del Nume, quale DIO VIVENTE nell’Uomo, nella sua Volontà di manifestazione segue un procedimento alchimico inverso, dal Sottile al denso, umanante, dell’Unica materia.

Tramuta lo stato Intelligente in impulsi luminosi di Scienza della Verità e di Sapienza e le più alte creazioni Taumaturgiche e del Verbo o Parola che si traduce in atto, sono possibili con la VOLONTÀ agente o ALCAEST; gli impulsi luminosi vengono lambiti, nel palpito del suo SOFFIO VITALE, dal MERCURIALE umano, o IBI, eterica corrente ermetica di estrema sottigliezza; il Soffio vitale ermetico si traduce in forza-luce nella Intelligenza che ne acquisisce e ne percepisce con il suo Lume il senso delle cose nelle sue sintesi creative del relativo e dell’assoluto; sempre più densificandosi, la Forza-Luce-Intelligente s’irradia, illuminando l’intelletto umano delle conoscenze acquisite ed elaborate nelle esperienze di Vita agente e funzionante nella MENTE.

La MENTE, organo e sede dell’Incosciente umano in cui ogni memoria di Vite vissute nelle loro sintesi costituiscono lo stato unitario di nucleo vitale ereditato come Uomo Storico nel suo complesso, elabora e traduce a sua volta i messaggi eterici percepiti in pensieri i quali prendono forma e consistenza e vengono impressi nel Cervello, organo in cui fa funzione, agisce e si imprime il pensiero; il pensiero,come corrente vibratoria di luce,prende consistenza della sua natura nella espressione della parola, ultimo stato della manifestazione virtuale e di potestà della volontà agente del Nume nell’Uomo Integrato con la sua Natura Divina.

Lo STATO D’ESSERE ETERNO, finalità ultima dell’Uomo Iniziato alla Scienza Ermetica Integrale e Divinizzante, GRANDE ARCANO del Magistero Alchimico Egizio Osirideo e conseguito nella fase Fenicea dì SEPARANDO SOLARE nel Terzo stato del Sublime Maestrato Ammonio, permette al MAESTRO PERFETTO di compiere con la sua VOLONTÀ, cioè volo dell’Ente o moto Intelligente del NUME Solare, il MIRACOLO DI UNA COSA SOLA in alto e in basso, nello Spirito delle sublimi e tenui essenze e nella materia vitale saturnia, nella LEGGE della MATERIA UNICA sempre viva, Legge della VITA UNIVERSALE che in perpetuo si rinnova nei cicli cosmici a mezzo della FORZA UNICA INTELLIGENTE.

Passato, presente e futuro, apparenti stati d’essere della vita umana rapportati alla polarizzazione della Mente nel tempo-spazio, nello stato di Libero Moto Mentale e di Coscienza ininterrotta nella chiaroveggenza senza limiti, si leggono e si vivono nel balenìo di un attimo, nel dinamismo ultrasensibile del Centro iperenergetico di Luce Mentale che ne evoca le percezioni ipercerebrali divinatorie, traducendone in atto il senso intelligente di ciò che È a mezzo della espressione ideale e del pensiero o formulato attraverso il meccanismo della parola.

Nelle Intelligenze incarnate o nelle sintesi dei linguaggi tra Intelligenze, lo STATO DI SPIRITO nel suo moto rapido trasmette le eteriche vibrazioni dei messaggi di Luce in sintesi di Verità.

Il MAESTRO della Scienza Ermetica Integrale, conseguiti i SEPARANDI degli stati Elementari o Corpi, Lunare o Animico, Mercuriale o Mentale e Solare o NUME della Intelligenza Perfetta, in consonanza col “Mondo delle Cause”, nello stato di ETERNITÀ, penetra, intellige ed intende nella Scienza Unitaria e nella Sapienza:

  • la Causa della Legge del perfetto equilibrio dell’armonia immutabile, assoluta, unitaria, perpetua;
  • la Causa del Moto ininterrotto della Vita Intelligente, “Mondo” delle Intelligenze Pure, non mai appartenute e separate dal nostro mondo terreno;
  • la Causa dello stato della Vita Intelligente nel Libero Moto Mentale, senza alcun moto ed apporto di atto creativo o di influsso generante la formulazione di IDEA, sintesi e madre di molteplici correnti di pensiero;
  • la Causa della MENTE dagli infiniti ed immensi ritmi pulsanti di forze radianti ed aggregative nelle forme vitali e del suo Libero Moto, agente nel nucleo centrale dinamico della Sfera o Globo di Luce, dalle varie ed innumeri gamme vibratorie della forza eterea, nella quale prende consistenza il pensiero;
  • la Causa della PSICHE o Soffio di Vita o ANIMA del sensibilissimo apparato ricettivo e sensoriale della corrente vitale agente quale Forza Neurica Centrale irraggiante nelle innervazioni e sue diramazioni e nei dinamismi Aurici del magnete essenziale che determina la causalità architetturale della forma corporea;
  • la Causa Prima della perfetta Essenza e Virtù della Luce Eterna e della sua trasmutazione nella Vita Elementare, eternamente rinnovantesi nella LEGGE DI ARMONIA degli opposti apparenti nella ciclicità dei ritorni all’UNITÀ del TUTTO o COSMO od ORDINE UNIVERSALE.

La concezione dello stato di ETERNITÀ, considerata dalle Religioni, dalle Filosofie e dagli scrittori Classici antichi, non come una LEGGE di progresso e finalità da raggiungere, ma come un attributo della Divinità o nel senso di una continuità illimitata o di indistruttibilità, rientra nella LEGGE dell’INTELLIGENZA UNIVERSALE e della SCIENZA UNITARIA del TUTTO, Materia-Spirito e permette alle Menti evolute, scientifiche nella Realtà interpretativa ed adattabilità nelle sue leggi e nella partecipazione manifestativa e divulgativa della sua esistenza per ESSERE nella Natura delle cose, di intendere con sapienza e con la perfetta e sintetica Luce della Mente, il FINE da raggiungere nella sua Verità, demolendo tutte le babeliche costruzioni ideologiche mistiche delle analisi cerebrali devianti dal SEMPLICE della Natura nella sua UNITÀ d’Essere.

Nella TEOCRAZIA sapienziale delle antiche e felici Società Auree, il Gran Secreto degli Jerofanti e Pontefici del Sacro Sodalizio dei Perfetti o NUMI in Simposio Patriarcale, Maestri della Luce Arcana ed Eterna della Verità della LEGGE, preclusa alle Menti volgari e profane, era celato e racchiuso nella origine della Idea di sintesi della LEGGE della Natura: UNO il TUTTO e la MATERIA UNICA è lo stato d’ESSERE dell’UNO soggetto alla LEGGE dell’UNO. MATERIA ETERNA perché nel suo MOTO di vita, nella LEGGE INTELLIGENTE che la governa, ricicla su sé stessa rientrando nella Unità di origine, JOD della Cabala, Principio Primo dell’Universo, Padre e Madre o Divino Androgino della Unità dell’Esistente.

La visione della Realtà naturale e lo stato Intelligente della Mente con le idee sintetiche della Legge Unitaria e dello Stato di Eternità, se ben interpretate e rese scientifiche, possono dar vita a chi ne conquista la LUCE della Verità attuabile e pratica per sé stessi e per una più evoluta Società, a profonde mutazioni sconvolgenti di FINALITÀ e di IDEE sulla Vita materiale e Spirituale umana che modificano sostanzialmente il pantano delle ideologie accumulate da millenni e cristallizzate nelle mentalità comuni.

Attingendo dal patrimonio della perfetta rivelazione enuncio il seguente fondamentale Assioma: ETERNO È L’ESSERE, NELLA UNITÀ DELLA ESSENZA E VIRTÚ INTELLIGENTE PERFETTA, NELLA LEGGE UNIVERSALE.

La Sacralità della Scienza Tradizionale della Verità attinge e fonda l’origine delle Religioni e di DIO ETERNO, dalla luminosa concezione della IDEA della LEGGE INTELLIGENTE UNIVERSALE. Gli Apostoli della Verità dell’antico Sacerdozio, non potendo esternare, volgarizzare e profanare le loro acquisizioni ERMETICHE sulla LEGGE ETERNA e sulle Sintesi Divine o Ideologiche Pure e Spirituali, adombrarono nei Cieli invisibili il DIO UNICO da adorare, necessariamente, misticamente e per fede. Vennero creati anche Divini MITI, Culti, Misteri, Dogmi in raffigurazione plastica, di più facile comprensione e più accessibile per la Mente comune, incarnanti e contenenti VERITÀ ASSOLUTE realizzative per l’Uomo in ogni tempo e luogo, per la sua INTEGRAZIONE e DIVINIZZAZIONE, finalità che i Maestri Alchimisti, nel loro simbolico linguaggio analogico e virtuale, racchiusero nell’ORO cioè nella INTELLIGENZA SOLARE Libera ed ETERNA nella LEGGE.

L’Arcana Filosofia Unitaria ed Assoluta, Ermetica, Egizia, Caldea, Pitagorica, Orfica e Cabalistica Ebraica, tramandata da Maestro a Discepolo, pone nella LEGGE lo stato d’ESSERE Intelligente Universale, stato che l’UOMO SACERDOTE ed INIZIATO ha potestà di conoscere nella sua VERA faccia, di intendere e partecipare della sua Natura per visione diretta, non mistica, ma vissuta in sé e nella UNITÀ D’ESSERE rinvenire la soluzione finale del GRANDE ARCANO UNIVERSALE per viverne lo stato Eterno.

La Verità rapita ai cieli, non quella di Prometeo che nel suo orgoglio di mente comune tenta in ogni tempo di creare la scienza umana per una civiltà materialista meccanizzando ogni legge della Natura, è Fonte dell’Essenza di Luce che, attratta nella esaltazione della Mente nel suo libero e rapidissimo Moto, integra ogni concezione del sapere umano, scientifico, filosofico, sacro, auspicabile nel suo avvento di Luce per dare alle Idee embrionali la necessaria maturità per il loro dinamismo intelligente, adattabile per il Progresso Umano e Sociale.

La Verità della LEGGE unifica nella Luce della Scienza ogni concezione della Mente umana nel SEMPLICE della Intelligenza della Natura. I MAESTRI della Scienza Ermetica Integrale e lo scrivente, ultimo rampollo della Teocratica Sapienza Arcana della Verità Assoluta, sono interpreti di essa per averla attinta direttamente nel suo Centro Solare Apollineo ed enunciata quali Fedeli d’Amore e Missionari di Luce e non gli autori, perché la VERITÀ UNICA è ETERNA nella sua sintesi, nella sua Legge e nella sua Essenza di Vita dello stato d’essere immutabile e unitario.

La Verità promulgata, scritta e manifestata con un linguaggio moderno è la stessa attinta e formulata dagli antichi di ogni parte del globo, di ogni razza e di ogni popolo poiché è sempre UNA e unico il suo CENTRO SOLARE. Il trionfo di essa nella sacralità del Tempio veniva indicata con il Lauro e con il Sole.

Le Civiltà passano, evolvono, decadono ed a Cicli elicoidali e nelle ellissi, senza apparenti fuochi centrali che i Sapienti Sacerdoti del Tolöm Egizi individuavano e calcolavano con la Scienza di Ermete, nella Umanità provata ricompare a tratti la scia luminosa della VERITÀ e la Luce dello Spirito inonda della sua Grazia la Mente dell’Uomo che ha saputo attendere il suo avvento, come SALVATORE e Luce delle tenebre dell’ignoranza, ricreando nella Società redenta un nuovo MITO SOLARE da tramandare.

La Scienza di Ermete, pur riconoscendo i Cicli naturali di sviluppo, per la Legge di Eternità per cui ogni Verità è reperibile e percepibile nello stato di Eterno Presente, individua nel Gran Libro della Natura una LUCE ASTRALE, insondabile con il senso comune e raziocinante e completamente ignorata dalla Scienza Ufficiale moderna, che nel visibile mondo terreno ricerca ogni problema nella vita della materia, negandole lo Spirito dello stato più attenuato, che la pervade nei suoi componenti essenziali di sintesi.

In Natura esiste una materia eterea sensibilissima ad ogni oscillazione vitale, un’aura iperfisica, matrice di ogni movimento dinamico psico-mentale e di ogni atto formale e creativo di ogni tempo, era, evo, epoca, Anima, Forza e Luce del Mondo, sulla quale si imprimono i moti vitali della Umanità di tutti i tempi, serbatoio di vitalità, soggiorno delle anime fuori il corpo materiale e MEMORIA COSMICA nel suo stato di materia essenziale.

È la LUCE ASTRALE costituita di materia, forza ed anima, Luce nera dei meati Orfici nei quali gli Iniziandi intravedevano i Misteri ed imparavano i Veri di Scienza Arcana e nella quale evocavano gli ascesi Secreti Templari di antiche epoche di Auree età di Società evolute, tramontate ed estinte senza lasciare tracce nella materia che si rinnova in perpetuo.

Ogni Verità, Idea, corrente di pensiero concepite ed alimentate dagli Antichi, possono essere evocate dalla Mente umana integrata e purificata, precorrendo i tempi naturali e mantenere viva la face della Scienza Ermetica nel Templare Ordine Sacro Iniziatico Arcano.

La VERITÀ è la LUCE dei Mondi, Luce della Scienza Assoluta attinta alla libera FONTE UNICA ed Eterna della Essenza Intelligente Universale alla quale i Numi o le Intelligenze in Elisiaca Vita si nutrono e traggono:

l’Ambrosia per la immortalità dei loro elementi costitutivi o corpi o stati d’essere della materia unica; la Sapienza della Scienza dell’Essere e le Potestà Virtuali della creatività e della Taumaturgia.

Questo CENTRO DI LUCE ETERNA UNIVERSALE, Spirito ed Essenza della VOLONTÀ INTELLIGENTE, nel quale la Intelligenza della Mente dell’Uomo percepisce, per gradi di essenze e sintesi di VERITÀ Assoluta, Scienza Olistica, Sapienza, Potestà Virtuali, dandole la possibilità di penetrare ed entrare in contatto con il Divino Eterno della INTELLIGENZA PERFETTA della LEGGE, dagli Antichi Maestri e Sacerdoti Apostoli della Verità, veniva raffigurato con forme plastiche mitiche, personificazioni di umanazioni di divinità o di Idee sublimi incarnate con vari nomi dello stesso stato d’essere e proprietà: Ermete, Apollo, Ariel, Nebo, Esculapio, Thot, Anubi, Colombo, Spirito Santo.

I raggi di questo Centro Unitario Assoluto rispecchiano i messaggi della Verità, della Volontà e della Sapienza Divina nell’Uomo, lambiti e attratti per immedesimazione della Intelligenza Umana nello stato di SEPARANDO MERCURIALE nel Libero Moto Mentale.

La Verità della Intelligenza del Tutto, Unica, Assoluta ed Eterna, è al di sopra delle percezioni della Intelligenza comune umana definita dal Maestro Ermetista Giuliano Kremmerz: “Il fenomeno più eccelso dello stato vibratorio del meccanismo psichico che può differire in intensità ermetica di sottigliezza sublime”. Ed ancora ne precisa lo stato di conquista: “L’Intelligenza è lo sforzo della Mente per concepire – assorbendone le virtù – l’Ente da cui trae origine”; assioma o verità evidente della Scienza Ermetica, che un Missionario di Luce ha elargito come seme di sviluppo per le Menti indagatrici della Scienza del Vero.

Il linguaggio umano nella sua forma analitica ed espressa con il raziocinio del senso comune, si discosta dalla legge unitaria e sintetica dell’Ermetismo, il quale non divide in parti la Materia Unica e per la formulazione di correnti di pensiero, per tentare di rendere manifesto l’inesprimibile stato d’essere dei corpi elementari con un linguaggio improprio e limitato, distingue gradate vibrazioni delle energie vitali e delle sue essenze e i relativi concetti delle IDEE Assolute di pertinenza del NUME.

Corpo, Psiche, Anima, Mente, Spirito, Essenza, Soffio Vitale, Intelletto, Idea, Intelligenza, Ermete, Ente, Nume, Verità, Luce, non sono che stati della materia unica per gradi di attenuazione, che la visione mentale dell’Uomo nella continuità vitale, tenta di separare per fissarne, concretizzarne lo stato e formarne una Scienza.

I Pitagorici, per rendere pura la Mente ed il Pensiero, praticavano la Regola Egizia del SILENZIO per ottenere, dal SEMPLICE del loro SPIRITO nella immedesimazione con esso, rivelazioni senza Luce della Intelligenza, senza Idea o Pensiero nella Mente, senza Parola o vibrazioni di suoni articolati, perché lo STATO PERFETTO della INTELLIGENZA ASSOLUTA, manifestandosi nella UNITÀ D’ESSERE in fase di SEPARANDO SOLARE, rende chiara alla Coscienza Integrata ogni Luce di Verità degli Stati Elementari dell’Uomo e dell’Universo.

FINE PRIMA PARTE